La festa di Halloween

Hallowen 2013

La festa di Halloween

Era una sera buia, gli spicchi di luna illuminavano tutta la città facendola sembrare un luogo spaventoso, tetro.

Si udivano grida e schiamazzi di bambini impazienti, con una voglia pazzesca di sfoggiare i nuovi costumi di Halloween. Dagli angoli delle vie, sbucavano ragazzini travestiti da fantasmi, scheletri e vampiri con sacchetti pieni di gustose caramelle.

I festoni appesi ai balconi delle numerose abitazioni regalavano un’atmosfera gotica: la sera di Halloween era perfetta. Le cucine sprigionavano un odore intenso di zucca.

Le mamme, intente a truccare e vestire i propri figli, facevano un sacco di raccomandazioni: torna presto, stai attento, non andare nelle vie desolate… Gruppi di bambini bussavano alle porte delle case chiedendo ogni volta: “Dolcetto o scherzetto?” , le loro borse decorate si riempivano di gustosi dolcetti, caramelle, cioccolatini e dolciumi di vario tipo.

Mucchi di maschere abbondavano nelle vetrine dei negozi, alcune erano mostruose altre invece erano buffe e simpatiche. Le luci fioche dei lampioni illuminavano appena la strada affollata di gente.

Una gran confusione avvolgeva anche le vie più cupe, più tristi, fino ad arrivare alle mie orecchie. Io mi ero tramutata in un fantastico pipistrello. Le ali di stoffa del mio costume ondeggiavano lievemente ad ogni soffio di vento ed il nero dei miei abiti si disperdeva nell’aria. Il mio sacchetto abbondava di dolci, avevano un buon sapore, candido, gustoso.

La notte si faceva sempre più fitta avvolgendo  nella sua oscurità ogni cosa e facendo risaltare le lanterne che brillavano nelle zucche sorridenti o sogghignanti.

Testo di Alessia de Vita

I commenti sono chiusi.