Omaggio alla zucca

Si festeggia la zucca al casale del levriero

Mi piace la zucca, la sua consistenza, le sue rotondità nelle diverse forme ed i suoi intensi colori.
Oggi sono ancora molti i dubbi sulle origini, fatto sta che lei, la zucca è sempre riuscita a trovare un suo spazio in mezzo a noi.
Simboleggia abbondanza e fecondità, prosperità e buona salute
Osservandola da l’impressione di un ortaggio dal carattere forte e vigoroso. Nella fase di crescita si avvinghia, s’innalza, è libera e vagabonda.
La zucca è considerata un ortaggio magico, compare in molte leggende: si racconta che in passato quelle giganti e vuote, venivano usate dai marinai come boe o come salvagente per inesperti nuotatori.
E’ un ortaggio annuale facile da coltivare, cresce ovunque anche sui terreni più poveri. Necessita di spazio e innaffiature abbondanti e regolari. Pur mantenendo la duplice natura dei suoi fiori, produce al tempo stesso fiore maschio e fiore femmina, che insieme attraverso l’impollinazione la fanno nascere.
Nelle sue diverse forme solletica curiosità e risveglia il desiderio di scoprire cosa si nasconde al suo interno.
La zucca è una miniera di minerali: vitamina A, Ferro, Potassio e Calcio, e tanta fibra che fanno di questo ortaggio un prezioso prodotto naturale per il nostro organismo.

I commenti sono chiusi.